Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Di Giorgi premia il clochard scrittore di Latina

sindaco-di-giorgi-con-nino-russoQuesta mattina nella sala De Pasquale del Palazzo comunale si è svolta la presentazione del libro “Clochard” scritto da Nino Russo, uomo senza fissa dimora che ha raccolto in un libro i suoi racconti con l’aiuto della cooperativa Astrolabio che ne ha curato l’edizione e la pubblicazione.

Per l’Amministrazione erano presenti il sindaco Giovanni Di Giorgi, l’assessore ai servizi sociali Alessandro Calvi e il presidente del Consiglio Nicola Calandrini, oltre che gli operatori dei servizi sociali comunali. Il sindaco si è complimentato con tutte le persone coinvolte in questo bel progetto socio-editoriale: “Questa è la dimostrazione della forza della dignità umana e del riscatto di un uomo. Nino Russo. Ma anche il segno dell’impegno degli operatori sociali che soprattutto in questo momento di crisi economica diventano essenziali nella tutela e nel sostegno delle persone in difficoltà – continua il sindaco – così come l’impegno dell’amministrazione comunale che nonostante i tagli del governo centrale cerca di garantire la massima assistenza”.

Comments

comments

  • Strunz

    Ma quel signore senza capelli nella foto non manca mai occasione di mettersi in mostra. E’ peggio di Paolini!

  • Cinico

    ma chi è dei due il clochard?

  • Matteo

    A sindaco! E daje ha casa a quel pover uomo! A quanto pare a te le regalano…

  • Lupino Buzzo

    La prossima volta il Sindaco Russo premierá il clochard Digiorgi

  • Poter pan

    Quanto siete scemi con questi commenti

  • minerva

    Io vorrei vedere il vero clochard Russo dare il premio pagliaccio a Matteo Renzi

  • Gerri

    Che poi almeno Nino sa Prevert a memoria… il pelato a stento mette due parole in italiano ed il massimo della cultura è fare palazzine con i soliti negozietti, o supermercati dove speculano i camorristi.

  • Fernando Bassoli

    Si fa presto a dire clochard. Ho letto oggi che l’autore, un operaio di professione, ha perso tutto in seguito al terremoto che colpì L’Aquila. Compriamo il libro, immagino sia molto interessante anche dal punto di vista sociologico.

MandarinoAdv Post.