Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Basket, Latina lotta ma perde a Ravenna

latina-basket-2015-75689332La Benacquista Assicurazioni Latina Basket, lotta con energia, grinta e cuore, sfiorando l’impresa di espugnare il PalaCosta, fino ad ora unico campo inviolato nel campionato di A2 Silver, ma nel finale è costretta ad arrendersi ad un’Acmar Ravenna che ha stretto le maglie difensive, conquistando così i due punti in palio, con il risultato finale di 80-74.

Nerazzurri che sono scesi in campo senza l’ausilio di Drake Reed, che ha avuto un malore in mattinata ed i medici hanno preferito tenerlo a riposo, ma che ha recuperato Mike Nardi, anche se il numero 12 pontino non ha ancora ripreso la perfetta forma. Una sfida entusiasmante, vivace e ricca di capovolgimenti di fronte con Latina che ha tenuto testa ad una delle formazioni più forti del campionato, ne è dimostrazione il fatto che, proprio grazie alla vittoria in questa manche di gare (ed alla contestuale sconfitta di Treviso) Ravenna ha guadagnato nuovamente la prima posizione in classifica. Ottima la performance della new entry Marco Portannese che ha messo a referto 19 punti personali (7/12 da 2 punti, 2/5 da 3 punti, 3/3 ai liberi) conditi anche da 4 assist e 3 rimbalzi. Da evidenziare, inoltre, la precisione al tiro dalla lunga distanza di Carlo Cantone (4/4) oltre ai 5/6 da 2 che gli hanno fruttato 14 punti totali. In doppia cifra anche lo statunitense Kyle Austin: 13 punti per lui, seppur con percentuali meno brillanti (5/15 da 3 e 3/8 da 2). Molto preciso, invece, Lorenzo Uglietti, che ha realizzato 9 punti personali, firmando 4/4 dal campo e 1/1 dalla lunetta. Nel complesso una buona prova corale e di carattere, che la Benacquista dovrà ulteriormente migliorare in vista delle prossime due, fondamentali, gare interne con Chieti e Scafati in programma per mercoledì 21 e domenica 25 gennaio al PalaBianchini.

ACMAR RAVENNA vs BENACQUISTA LATINA 80-74 (16-18 34-36 59-62 80-74)

Basket Ravenna:  Holloway 22, Amoni 2, Cicognani 8, Rivali 14, Raschi 10, Grassi n.e., Zannini n.e., Tambone 6, Foiera 2, Singletary 16. Coach Martino.

Benacquista Latina: Banti 7, Santolamazza, Nardi 6, Ihedioha 2, Uglietti 9, Cantone 14, Portannese 19, Austin 13, Di Ianni n.e., Ianes 4. Coach Bartocci.

Arbitri: Rudellat Marco di Nuoro, Pazzaglia Jacopo di Pesaro e Vita Marco di Ancona

Percentuali: Ravenna tiri da 2 pti 48%, tiri da 3 pti 40%, tiri liberi 78% – Latina tiri da 2 pti 49%, tiri da 3 pti 46%, tiri liberi 100%.

Spettatori: 1.000

Gara che si apre con un bel gioco da tre punti di Diego Banti (0-3) e con la pronta risposta, sempre con un gioco da tre punti, di Holloway per Ravenna (3-3). Arriva la prima tripla di Portannese in maglia nerazzurra (3-6 al 1’). Partita molto intensa fin dalle prime battute con Singletary che con 4 punti consecutivi porta in vantaggio Ravenna (7-6 al 3’). Replica Portannese per il nuovo vantaggio nerazzurro (7-8 al 4’) e poi ancora Banti per incrementare leggermente il divario (7-10). Si prosegue sul filo dell’equilibrio ed al 6’ il punteggio è sul 11-12 in favore dei pontini. Splendida tripla, sempre di Portannese, per il 13-15 latinense al 7’. Botta e risposta tra Holloway e Nardi e quando manca 1:39” al termine del primo quarto il tabellone segna 16-18 per Latina. Punteggio che rimane invariato fino alla fine del periodo.

In avvio di seconda frazione è Marco Tambone a riportare l’Acmar in vantaggio con un canestro dalla lunga distanza (19-18) imitato subito dopo dal compagno di squadra Raschi che aumenta la distanza per i padroni di casa (22-18 al 12’). Coach Bartocci non esita a chiamare time-out per interrompere l’inerzia ravennate ed al rientro in campo è Ianes a ridurre il divario (22-20). Al 13’ arriva prima il pareggio di Latina (22-22), ancora con Ianes, ma è prontissima la risposta dei locali con il solito Holloway (25-22). Ruotano gli uomini sulle due panchine, ma entrambe le formazioni sono poco fortunate nelle conclusioni ed il punteggio resta bloccato sul 25-22 fino a al 15’ quando realizza dai 6,75 e porta i suoi sul +6 (28-22). Riduce il divario la Benacquista con Portannese che, grazie ai due liberi realizzati, raggiunge la doppia cifra personale (10 punti) e permette a Latina di portarsi sul -4 (28-24). Ci pensa Cantone a diminuire ulteriormente la distanza con la tripla del -1 (28-27 al 16’). Al 17’ nuovo pareggio pontino con il canestro realizzato dal Ihedioha (29-29). Coach Bartocci è costretto a richiamare in panchina Ianes (3 falli per lui) e rientra sul parquet Austin, mentre la sfida prosegue con continui capovolgimenti di fronte (34-31 al 18’). E’ nuovamenteCantone (2/2 dai 6,75 ed 8 punti nella prima parte di gara) a ristabilire la parità: 34-34 ad 1:13” dal termine del periodo, mentre, una manciata di secondi più tardi, è il canestro di Uglietti a far registrare il nuovo vantaggio della Benacquista: 34-36 con cui si andrà al riposo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi Ravenna ingrana subito la marcia giusta ed in men che non si dica ristabisce la parità prima e guadagna il vantaggio poi (38-34 al 21’). Su assist di Singletary, Cicognani mette a segno ulteriori due punti ed il parziale ravennate è di 6-0 (40-34). E’ Portannese a risollevare le sorti pontine realizzando 4 punti consecutivi in un amen (40-38 al 23’). Si prosegue sempre con botta e risposta di canestri: Singletary e Cicognani in casa Acmar, Banti e Cantone (3/3 dalla lunga distanza) sul fronte Benacquista ed al 24’ il tabellone recita 46-45 in favore dei padroni di casa. Nuovo sorpasso nerazzurro grazie ai primi punti della gara per mano di Kyle Austin (46-48 al 26’). Latina prova ad allungare il divario con un’altra tripla, questa volta firmato da Uglietti (46-51 al 27’), ma Holloway mette a referto 5 punti consecutivi che ristabiliscono ancora una parità (51-51). Nardi per Latina ed Holloway per Ravenna: sempre parità 54-54. Quando mancano 2:31” alla sirena viene fischiato fallo tecnico a Nardi che viene richiamato in panchina perché raggiunge quota 4 falli, ma l’Acmar non concretizza ed il punteggio resta invariato. Gioventù al potere: Uglietti da un lato, Tambone dall’altro ed il tabellone segna 57-56. Ancora un canestro dalla lunga distanza di Austin, cui risponde Raschi dalla linea dei liberi 58-59 quando mancano 18” al termine del quarto. La Benacquista ha a disposizione l’ultimo possesso che riesce a concretizzare con un ottimo gioco da tre punti di Portannese che permette ai nerazzurri di mandare in archivio il periodo in vantaggio di 3 lunghezze: 59-62 in proprio favore.

Ultima frazione che si apre con il canestro di Lorenzo Uglietti che porta Latina sul +5 (59-64) ma l’Acmar è pronta a replicare con Raschi su azione, per il -3 (61-64) e con Rivali dalla lunetta per il -1 (63-64). Partita entusiasmante e molto vivace, al 32’ una nuova realizzazione del californiano Austin restituisce alla Benacquista il +3 (63-66). Latina esaurisce il bonus al 33’ e coach Bartocci gioca nuovamente la carta Mike Nardi. Al 35’ il punteggio è sul 67-68 con Holloway che mette a segno il ventiduesimo punto personale ed il capo allenatore pontino chiama time-out per dare indicazioni ai suoi e schiera Cantone e Portannese al posto di Nardi ed Uglietti. Ed è proprio Cantone a centrare la retina dai 6,75 (4/4) per il nuovo + 4 latinense (67-71 al 36’). Ravenna non si arrende e grazie a Raschi riduce il divario ad una sola lunghezza (70-71 a 2:38” al termine della gara).  Dalla lunetta Rivali riporta l’Acmar avanti (72-71 a 2:25” dalla sirena). Stringe le maglie difensive la compagine ravennate, mentre Latina è costretta a rinunciare a Nardi per raggiunto limite di falli che manda ancora una volta Rivali in lunetta, che non sbaglia (74-71). A Mike Nardi viene fischiato anche un fallo tecnico (perché ha continuato a protestare dalla panchina) e Ravenna, per mano ancora di Rivali, si porta sul 75-71 quando mancano 80” al termine del match. E’ sempre Rivali a centrare la retina, questa volta su azione, a regalare ai padroni di casa il +6 (77-71 al 39’). Mancano 30” alla sirena quando Eugenio Rivali, di nuovo lui, fa un ulteriore viaggio in lunetta per il 78-71 dell’Acmar. Singletary piazza la schiacciata dell’80-71, Austin risponde con la tripla dell’80-74 quando mancano 9” al termine della sfida. La Benacquista ha a disposizione il possesso degli ultimi secondi, a causa di una errata rimessa dei locali, ma non riesce a trovare la via del canestro e la partita si conclude con la vittoria dei giallorossi con il risultato finale di 80-74.

Nemmeno un giorno di riposo per i nerazzurri che si alleneranno in palestra già da lunedì, in vista del turno infrasettimanale in programma per mercoledì 21 gennaio alle ore 20:30 al PalaBianchini, in cui incontreranno la formazione della Proger Chieti. Si tratterà del primo dei due appuntamenti consecutivi tra le mura amiche di via dei Mille per la Benacquista che, domenica 25 gennaio alle ore 18:00 riceverà anche la Givova Scafati.

Comments

comments

MandarinoAdv Post.