Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Foto e video/Aziende in crisi, la politica tenta di reagire. Incontro a Cisterna

  • cisterna-assemblea-aviointeriors-3
  • cisterna-assemblea-aviointeriors-2
  • cisterna-assemblea-aviointeriors-1

 

Aziende che chiudono, operai e famiglie sul lastrico, cassa integrazione, mobilità. L’eco di queste parole diventa il terrore di chiunque in un momento di difficoltà come quello attuale. Ieri sera a Cisterna si è tenuta un’assemblea pubblica alla quale hanno partecipato anche Eleonora Della Penna, sindaco di Cisterna e presidente della Provincia e Giovanni Di Giorgi, sindaco di Latina. Lavoratori e sindacati accusano la politica di immobilismo di fronte alle crisi aziendali. La politica tenta una timida risposta.

Dalla riunione è emersa la necessità di un tavolo ministeriale per discutere la vertenza Avio Interiors e le altre emergenze. Il convegno “Senza Lavoro” organizzato dagli operai del presidio Avio Interiors e dalle sigle sindacali Fim, Fiom, Uilm e Ugl, ha avuto una grande partecipazione.

L’incontro si è svolto in un’affollata aula consiliare del Comune di Cisterna alla presenza del presidente della Provincia nonché sindaco di Cisterna, Eleonora Della Penna, dei consiglieri Regionali Enrico Forte e Rosa Giancola, dei sindaci di Latina, Norma, Cori, Pontinia, Maenza e dei rappresentanti degli altri comuni, il vicepresidente della Provincia Giovanni Bernasconi e delle sigle sindacali Cgil, Cisl, Uil, Ugl e del comparto metalmeccanico.

Massiccia la partecipazione dei lavoratori del Presidio Avio Interiors, di quelli della ex MIDAL, della SAPA, SCM, del Cravattificio Pompei, della Bonansea e di molte altre aziende del territorio che stanno vivendo un momento di difficoltà. Ad aprire il convegno è stato proprio un rappresentante dei lavoratori Avio Interiors, che ha chiesto ai rappresentanti delle istituzioni presenti di sottoscrivere un documento propedeutico alla creazione di un tavolo presso il M.I.S.E (Ministero dell’Industria e dello Sviluppo Economico) incentrato sulla vertenza relativa al sito industriale di Tor Tre Ponti.

“Quello di oggi non è un incontro per parlare di un solo caso specifico o della situazione drammatica degli operai della Avio – ha detto Eleonora Della Penna – senza voler tralasciare le difficoltà di nessuno, sono orgogliosa oggi di potervi ospitare come Sindaco e come Presidente della nostra Provincia, proprio qui, nell’aula consiliare dove ricordo le battaglie del primo caso eclatante di questa territorio. Ormai, dalla vicenda Goodyear, sono passati tanti anni ma quella triste storia non ci ha mai abbandonato. Così come è accaduto per molte altre storie di lavoro perso, di aziende chiuse: penso alle più recenti, come la Sapa, penso alla Chemtura, alla ex Gambro, alla Nexans, ai lavoratori ex Midal che nei giorni scorsi hanno manifestato davanti il tribunale di Latina. Tutte queste aziende, insieme purtroppo a moltissime altre, che a volte non occupano le pagine dei giornali, costituiscono un vero e proprio ‘Caso Latina’: un problema consolidato – conclude il sindaco e presidente della Provincia – che non può più essere affrontato dai soliti tavoli di concertazione ma che necessita di soluzioni concrete ed immediate.Ai lavoratori Avio e a quelli delle altre aziende del nostro territorio, questo lo confermo nella veste di presidente della Provincia, va tutto il nostro sostegno con l’obiettivo unico, oltre le vertenze sindacali che troppo spesso hanno anche risvolti giudiziari, di salvare quanti più posti di lavoro possibile. Il percorso è difficile – conclude Della Penna – lo sappiamo bene, ma è anche attraverso iniziative come questa che le istituzioni riescono a fare sistema e non abbassare la guardia”.

VIDEO INTERVISTA A DELLA PENNA 

Comments

comments

  • haran banjo

    tute balle. Per come è organizzata l’economia in Europa non c’è nessun politico di qualunque livello che possa fare qualcosa per migliorare le cose.

  • Cinico

    parla come le belle renzine tronfie di balle

  • 1 2 e 4

    La Cassa del Mezzogiorno è stata chiusa il 1 Maggio 1993.
    È da allora che bisognava pensare e prevedere quello che sarebbe successo, non è colpa delle crisi economiche, che sono cicliche e programmate, ma di chi dorme in piedi e si sveglia solo per chiedere voti o tessere, di partito o sindacato.
    Li mortacci vostra e di chi ancora ve viene dietro, invece de metteve sotto co la macchina.

  • Pincopallino

    Ma come crisi.. ieri Renzi ha affermato che le famiglie italiane si stanno arricchendo.. dai..

  • Bombazzamomentaccio

    peccato che la giovane Della Penna si comporti come un vecchio mestierante della politica: il 31 dicembre scorso ha assunto 5 persone alla Provincia e, guarda caso, questo Ente per legge non può più assumere dal 1 gennaio 2015…….. E CHE CASO !!

MandarinoAdv Post.