Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Apre a Latina un negozio di vinili, la scommessa che sfida il digitale

dischi-negozio-latina-vinileI negozi di dischi, nell’era della musica digitale, chiudono. Ma a Latina c’è un’eccezione che potrebbe fare davvero la differenza. Apre  in via Ezio 12 un negozio di dischi veri, anzi una “Vinileria”, come recita il nome dal sapore artigiano.

La scommessa parte da un giornalista di Latina, Alberto Dalla Libera, che ama così tanto la musica da investire su un progetto che potrebbe apparire folle. Ma che forse non lo è affatto.

“Vinileria – spiega Alberto – nasce da un’idea che, nel tempo, ha raccolto consensi, suggerimenti, stimoli da parte di tutti, non soltanto da chi ama il vinile, i vecchi dischi, ma anche da chi in città sente l’esigenza di fruire della musica in un posto fisico che non sia internet o il classico megastore. Le fiere del disco, il mercatino in piazza, sono stati per anni un banco di prova complesso che mi ha permesso di pensare il progetto sotto un altro punto di vista”.

Un altro punto di vista, di sicuro. Ma nell’era degli mp3 c’è ancora spazio per il vinile? “Molti considerano anacronistica l’apertura di un negozio di dischi ai tempi dell’e-commerce, di internet, ma sono convinto che la magia che si crea con le persone, la clientela, quando si è in mezzo ad una strada, in una piazza o sotto il tetto di una fiera potrà ripetersi quasi ogni giorno. Vinileria l’hanno voluta in tanti, io per primo, ma è un negozio per tutti, di tutti. Organizzeremo, appena passate le festività natalizie, degli incontri e dei mini live perché Vinileria dovrà rappresentare per tutti gli artisti della città una vetrina alternativa a quelle esistenti. Da oggi chi vorrà far girare il vecchio giradischi messo in cantina anni fa potrà farlo”. Una scommessa ambiziosa, ma la città sarà pronta?

Comments

comments

  • haran banjo

    scommessa ardua. Complimenti per il coraggio.

  • Lex

    Auguri di cuore

  • Oscar Rafone

    a marzo chiude

  • romeo

    in bocca al lupo. ce ne fossero di persone come lui disposte a mettersi in gioco!

  • Modernariato

    Magari rispolveriamo i trenini elettrici e i mangiadischi, gli Stereo 8, le radio a valvole, una sorta di anticaglieria elettrica che caratterizzava tempi ormai andati

  • colpa di schengen

    il vinile è per i ricchi, un impianto serio costava e costa tantissimo

  • homer

    cuffie da 400€ e poi ascolti il formato mp3? ti credo che torna il vinile…

  • Teresio Tittisona

    Il vinile vuol dire polvere, graffi, sporco, suono opaco.
    L’unica cosa bella erano le copertine: alcune opere d’arte ineguagliabili, il disco si comprava anche per quello

  • Vincenzo

    Dopo che sei andato al Vinilmania a Milano, non vai più nei mercatini o a questi negozietti.

  • Oscar Rafone

    Ma davvero Vincenzo ? Ma veramente ??? Ma allora sei un genio!

MandarinoAdv Post.